ATX/ECL

I rivelatori di monossido di carbonio ATX/ECL sono dispositivi certificati ATEX e IECEx con grado di protezione IP66 che utilizzano un sensore a cella elettrochimica di tipo professionale.

Sono progettati per essere collegati sia alle centrali con ingressi 4÷20 mA (come la MODULA 4 e 8) che alle centrali digitali mediante la connessione seriale RS485 (come la centrale MODULA 40 e 128). I rivelatori ATX sono adatti per essere impiegati in tutte le applicazioni industriali e commerciali dove è richiesta la rilevazione del gas di monossido di carbonio in zone potenzialmente esplosive.

I rivelatori della famiglia ATX sono certificati ATEX sia per presenza di Gas che di Polveri

  • II2G Ex db IIC T6 Gb
  • II2D Ex tb IIIC T6 Db

Sono pertanto particolarmente idonei per l’installazione in ambienti classificati ATEX ZONA 1 cioè aree in cui possono essere presenti occasionalmente atmosfere esplosive (oltre che in ambienti classificati ATEX ZONA 2).

I rivelatori ATX sono indicati per la rilevazione di gas di monossido di carbonio nelle raffinerie, stazioni di compressione, impianti farmaceutici, impianti chimici e petrolchimici, turbine a gas, depositi di gas e laboratori.

La testina del rivelatore ATX/ECL utilizza un sensore elettrochimico di alta qualità e precisione abbinata ad un’elettronica di controllo di tipo industriale, la medesima è sostituibile per permettere una rapida ed affidabile manutenzione degli impianti ed ha una vita operativa di 5 anni. Il contenitore in lega di alluminio rende il rivelatore particolarmente adatto per ambienti a forte aggressività chimica, conferendo allo stesso un’elevata resistenza meccanica.

Grazie all’elevata selettività, i rivelatori ATX/ECL sono resistenti ai gas interferenti e vapori di gas spesso presenti in ambienti industriali.

I rivelatori sono conformi alle seguenti norme:
EN 50270,
IEC 60079-0, IEC 60079-1
IEC 60079-31
EN ISO/IEC 80079-34:2011
ISO/IEC 80079-34:2018

  • Rivelatore di gas cloro
  • Rivelatore di gas CO – monossido di carbonio